Pettinengo, a tavola con i Sardi tra cibo buono e incanto del gallo

Pettinengo, a tavola con i Sardi tra cibo buono e incanto del gallo

Creato: Tue, 17/09/2019 - 10:47
Quando:
Sun, 22/09/2019 - 12:30
Pettinengo, a tavola con i Sardi tra cibo buono e incanto del gallo

Pettinengo, a tavola con i Sardi tra cibo buono e incanto del gallo

È Tutto pronto per la festa di San Grato di Gurgo che si terrà domenica 22 settembre con pranzo servito in chiesa, alle ore 12:30. Il menù è quello della festa, con al centro maialini arrosto cucinato da “giovani spiedi” di Su Nuraghe: Sardi di prima e seconda generazione in un virtuoso passaggio di testimone. Con loro si cimenteremmo giovani cuochi di  Pettinengo in una rivisitazione dei tipici mallureddos tra tradizione e innovazione. Un pizzico di novità alpina ed isolana che coniuga cibo e identità attraverso il coinvolgimento di diversi soggetti. A tavola e non solo a tavola, come il caso del gallo che verrà incantato a fine pranzo. Da anni, il gallo dell’incanto viene donato dalla famiglia di Giulia Lucia Gravellu. Arricchendo di ulteriore valore aggiunto la festa di Pettinengo, Maria Rosa Riboldazzi e Fermo Ramelli di Graglia (foto) - nonni della bambina scomparsa nel febbraio 2017 – donano l’animale appositamente allevato: un bell’esemplare di Astralorp, dal folto piumaggio nero con riflessi metallici. Nel dono del gallo da riproduzione, inanellato e con matricola registrata all’”Avicola Valdostana”, da Isabella, mamma di Giulia Lucia, permane e si ripete nel presente il generoso gesto dell’amata bambina.

Prenotazioni per il pranzo, Liliana Gaia: 015 8445046 – Circolo Su Nuraghe: 01534638

Giovanni Usai

Nell’immagine: Maria Rosa Riboldazzi e Fermo Ramelli di Graglia con il gallo che verrà incantato domenica a Pettinengo