"Temuto come grido, atteso come canto" - Michele Gazich in concerto

"Temuto come grido, atteso come canto" - Michele Gazich in concerto

Creato: Mon, 01/04/2019 - 16:17
Quando:
Thu, 11/04/2019 - 21:00
Files Allegati:
"Temuto come grido, atteso come canto" - Michele Gazich in concerto

Michele Gazich, violinista e cantautore, che vanta collaborazioni prestigiose con grandi cantautori americani (E. Andersen, M. Shocked, M. Gauthier , M. Olson, etc. ) e italiani (M.Bubola, M.Priviero etc.), ha passato un mese nell'isola di San Servolo, il manicomio di Venezia, ha letto le cartelle cliniche, ha incontrato fantasmi, ha raccolto storie, ha scritto undici canzoni.
Ha inciso un disco importante (in un'epoca in cui i dischi paiono non avere più alcuna importanza) che sta portando in giro, nei luoghi simbolo della storia della psichiatria in Italia. Non poteva non passare da Collegno.

Michele Gazich passerà da Collegno, con Marco Lamberti (chitarra e bouzouki)
giovedì 11 Aprile alle ore 21
presso il Padiglione 14, Corso Pastrengo 40 (ovvero all'interno dell'ex manicomio).

"Temuto come grido, atteso come canto" - Michele Gazich in concerto
Michele Gazich: voce, violino, viola
Marco Lamberti: chitarra, bouzouki, seconda voce

L'iniziativa è promossa dalle cooperative sociali Chronos e Progest con la collaborazione di ARCI Valsusa-Pinerolo APS. L'ingresso è riservato ai soci.