Andrea Giraudo live al Circolo Arci Machito (TO)

Andrea Giraudo live al Circolo Arci Machito (TO)

Creato: Thu, 21/03/2019 - 12:37
di: Torino
Quando:
Fri, 12/04/2019 - 21:30
Proposto da : Machito
Andrea Giraudo live al Circolo Arci Machito (TO)

Andrea Giraudo, cantautore cuneese, si esibirà dal vivo al Circolo Arci Machito di Torino per presentare il suo ultimo disco STARE BENE.

DICONO DI LUI:

"Andrea Giraudo col suo nuovo lavoro discografico Stare Bene ci inserisce in un caleidoscopio di atmosfere, sensazioni e colori.

Un album talmente sfaccettato che ha bisogno di più di un ascolto per capire appieno la bravura compositiva di Giraudo e superare quel sentore, in prima battuta, di un prodotto e di un artista che non prende molto sul serio quello che sta facendo. Stare Bene infatti per quasi tutta la durata è attraversato da un sarcasmo e una sottile ironia che lega tutte le tracce, anche quando diventano più serie.

Andrea Giraudo non inventa nulla, il disco infatti potrebbe essere benissimo un omaggio a istrioni della musica italiana (vedi Jiannacci, Finardi, Capossela); così come musicalmente Stare Bene non ci regala sorprese, ma un collage di generi dal pop, al jazz, al blues, alla canzone d'autore. Alcuni potrebbero dire che è un disco, per i motivi sopra, semplice, e magari lo si può vedere in questo modo, ma non in un’accezione negativa anzi, Giraudo ha la bravura di costruire un disco dal sapore passato ma con una freschezza attualissima.

Un album come se ne fanno pochi oggi, con l’idea di lavoro, che si avverte esserci dietro ogni traccia. Un disco di gran qualità, con un’interpretazione da chasonnier, che è il punto più alto dell'intero lavoro." Sisco Montalto su www.clapbands.com

IL DISCO

“Stare bene” (uscito il 18 gennaio 2019) rappresenta il diritto di essere qui adesso.
Attraverso questo progetto, Andrea Giraudo vuole parlare di musica universale, quella che non si assoggetta a target, etichette o alla moda del momento. La musica è, appunto, un linguaggio universale, primordiale, non traducibile. “Stare bene” è la sua personale ricerca di armonia, di semplicità e di condivisione. La musica unisce, perché cancella differenze altrimenti insormontabili, dà risposte semplici con strumenti semplici.
“Stare bene” arriva a chiunque, è un’esperienza diretta, semplice, fluisce libera come una metafora di colori, odori, sensazioni, sentimenti.

BIO

Non omologato all'interno di un filone stantio o troppo nuovo. Proiettato dal pianoforte verso il pubblico. Confermato dal labiale e dal piedino di chi ascolta, restituisce sonorità con il calore di una voce roca che rimanda a suoni profondi. La musica e la parole di Andrea Giraudo sanno catturare e avvolgere lo spettatore nella rete magica dell’emozione.
Negli anni di attività i suoi spettacoli hanno alternato esecuzioni altisonanti come quella del 2007 al palazzo reale di Aqaba in occasione del compleanno della principessa Bashma Hussein di Giordania a intime sonorità in locali di nicchia. Nato nel 1971 Andrea Giraudo ascolta la collezione musicale di famiglia, si appassiona al pianoforte, delizia già a 10 anni i genitori con La Patetica di Beethoven. Dura poco il rigore di allievo. La sonorità è nelle sue vene, nei profondi anfratti della sua mente e per questo abbandona gli studi musicali e lascia scorrere il suo talento.
Il pianoforte diventa la partenza per una rete di sentieri che si diramano dal tango argentino al pop melodico, al rock‘n’roll e tocca il suo vertice più elevato con l'amato Blues.
Coofondatore nel 1995 dei "Madai", formazione Rock-Blues che vince l'Heineken Tour nel 1996.
Il percorso musicale di Andrea Giraudo tende a esser più produttivo che interpretativo. Questo non impedisce di partecipare a Festival e Kermesse come "Pavese Festival, La Luna e i Falò" ad agosto 2016 a Santo Stefano Belbo. Dal mese di Ottobre 2016 collabora come ospite musicista al Teatro "CAB 41" di Torino, diretto da Gianpiero Perone.