Presentazione del libro "la sindrome tedesca" a La Poderosa

Presentazione del libro "la sindrome tedesca" a La Poderosa

Creato: Tue, 05/04/2016 - 15:32
di: Torino
Quando:
Thu, 14/04/2016 - 21:00
Presentazione del libro "la sindrome tedesca" a La Poderosa

Valerio Castronovo ha analizzato le vicende dell’Europa, a partire dalla caduta del Muro di Berlino: l’allargamento a Est e le sue complesse modalità, la nascita dell’euro e i problemi dell’unione monetaria, i controversi rapporti fra i paesi membri, il naufragio del progetto costituzionale, le relazioni ambivalenti con gli Stati Uniti, l’assenza di una propria politica estera, le sfide cruciali che l’Unione deve oggi affrontare in uno scenario mondiale denso di gravi tensioni e incognite.L’Europa ha perso slancio e vigore. E si è allontanata la prospettiva di una federazione europea. Le rigide politiche di austerità ma anche le resistenze opposte alle riforme strutturali hanno diviso l’Unione tra un’area forte nordica e mitteleuropea a trazione tedesca e un’area debole meridionale e mediterranea. Le conseguenze della crisi esplosa nel 2008 hanno aggravato questa spaccatura, accresciuto i pericoli di stagnazione economica, generato vaste sacche di povertà e di emarginazione sociale, accentuato le nevrosi dell’opinione pubblica, alimentando un’ondata di sfiducia e di scetticismo.

Per sopravvivere e tornare padrona del proprio destino, l’Europa deve riacquisire la sua ragion d’essere originaria con una strategia incentrata sugli obiettivi dell’integrazione politica, della crescita e della competitività. Di questo compito dovrebbe farsi carico, per prima, la Germania, che ha conquistato negli ultimi anni un ruolo economico preminente senza però assumersi funzioni e responsabilità di leadership politica per costruire, insieme agli altri partner, un’Europa più equilibrata e solidale.

Ingresso con tessera Arci